Physical Address

304 North Cardinal St.
Dorchester Center, MA 02124

Come pulire il forno

Pulire il forno con bicarbonato

Probabilmente l’hai già sentito: la funzione autopulente di un forno può essere super puzzolente. Così puzzolente, infatti, non consiglio di eseguirlo, beh, mai. Solo perché c’è un modo migliore.

Ho un metodo completamente sicuro, naturale ed efficace per portare a termine il lavoro: niente prodotti chimici aggressivi e nessuna pulizia automatica ad alto calore con il rilevatore di fumo.

Ci vuole un po’ di tempo e un po’ di olio di gomito, ma ne vale la pena. Inoltre, molto probabilmente hai tutto ciò di cui hai bisogno per affrontare questo progetto già nei tuoi ripostigli.



Come pulire un forno con bicarbonato di sodio in 10 semplici passaggi

Ti chiedi come pulire un forno senza usare prodotti chimici aggressivi o calore elevato? Anche se hai un forno autopulente, potresti non voler affrontare i fumi poiché il forno brucia grasso e residui a 600 gradi Fahrenheit.

Naturalmente, anche indossare guanti di gomma per utilizzare un detergente per forno altamente tossico con sostanze chimiche aggressive per eliminare l’accumulo potrebbe non essere una soluzione desiderata.



Fortunatamente, il bicarbonato di sodio e l’aceto bianco, noti eroi della cucina, possono affrontare un forno sporco coperto di accumuli e trasformarlo in un elettrodomestico perfettamente pulito.

Crea una pasta detergente priva di sostanze chimiche con questi prodotti naturali per un metodo di pulizia sicuro che combatte lo sporco più disgustoso.

Qui, una guida su come pulire un forno usando bicarbonato di sodio, aceto bianco e forniture comuni a una dispensa da cucina. Chissà, la soddisfazione di cucinare in un forno perfettamente pulito potrebbe farti desiderare di pulire il re della cucina.

Ogni quanto devo pulire il mio forno?

Chiediti: “Quanto spesso uso il mio forno?” Più frequentemente usi il forno, più schizzi accumulerai. Un fornaio appassionato dovrebbe mirare a pulire a fondo il forno una volta ogni tre mesi. Per qualcuno con un’abitudine culinaria non regolare, una pulizia ogni sei mesi o anche una volta all’anno può funzionare.



Se noti residui significativi in ​​agguato nel forno o qualcosa gocciola sul fondo del forno durante la cottura, pulisci il disordine una volta che il forno si è raffreddato: non vuoi che la sporcizia cuocia e senza dubbio fumi, ogni volta che il forno è acceso.

Il consiglio principale per la pulizia della manutenzione del forno: pulire l’interno con un panno umido e acqua calda e sapone per i piatti una volta al mese, ed è meno probabile che lo sporco si trasformi in accumulo.

Qual è il modo migliore per pulire l’interno di un forno?

Pulire l’interno del forno potrebbe sembrare un po’ inutile, dopotutto nessuno può vederlo. Tuttavia, è un rituale importante per la pulizia della cucina.

Per cominciare, è buona igiene pulire qualsiasi area che venga a stretto contatto con il cibo. Quando si tratta in particolare del forno, un interno sporco può influire sul gusto del cibo e può persino essere dannoso per la salute.



I fumi che provengono da residui di cibo che bruciano continuamente, o incrostati di grasso, possono produrre un fumo nocivo che non è la migliore aromaterapia quando fuoriesce dal forno. Inoltre, il profumo di bruciato può avere un impatto sui sapori delicati.

Come si pulisce un forno molto sporco?

Una volta pulito il forno fino a farlo brillare, probabilmente vorrai che rimanga così il più a lungo possibile. Per iniziare, inserisci alcune fodere per forno antiaderenti di Amazon per aiutarti a combattere il grasso futuro.

Questi tappetini catturano gocce e schizzi, sono facili da rimuovere e si puliscono rapidamente. In alternativa, posizionare un foglio di alluminio direttamente sulla griglia del forno sotto la griglia tenendo una pentola o un piatto che potrebbe gocciolare o avere cibo sciolto che cade.



Evitare di posizionare la pellicola sul fondo del forno poiché potrebbe danneggiare l’apparecchio se si surriscalda. Qui, una guida passo passo per un forno pulito di cui sarai orgoglioso.

Passaggio 1: raccogliere i materiali per la pulizia

Per far brillare il tuo forno, avrai bisogno dei seguenti prodotti per la pulizia:

  • Bicarbonato di sodio
  • Acqua
  • Guanti di gomma
  • aceto bianco
  • Flacone spray
  • Panno per la pulizia

Passaggio 2: rimuovere le griglie del forno

Estrarre le griglie del forno e metterle da parte, preferibilmente su vecchi giornali o asciugamani. Non vuoi trasferire la sporcizia sul pavimento della tua cucina. Assicurati di rimuovere qualsiasi altro oggetto nel forno, come termometri o padelle.



Passaggio 3: prepara la pasta di bicarbonato di sodio

Per rendere il tuo detergente fai-da-te, mescola parti uguali di bicarbonato di sodio e acqua fino a ottenere una pasta spalmabile. Inizia con mezza tazza di entrambi gli ingredienti e raddoppia la ricetta se ne hai bisogno di più.

Rivestirai l’intero forno con la pasta di bicarbonato di sodio, quindi creane abbastanza per coprire l’intera superficie interna.

Passaggio 4: applicare la pasta detergente

Spalma la pasta di bicarbonato di sodio su tutto l’interno del forno (potresti indossare guanti di gomma per proteggere le mani: è un lavoro piuttosto sporco e la sporcizia ti finirà sotto le unghie se vai senza guanti). Stai lontano dagli elementi riscaldanti mentre applichi la pasta.

Assicurati di coprire le macchie extra di grasso e non preoccuparti se la pasta è più densa in alcune aree. La pasta inizierà a diventare marrone a contatto con il grasso.



Passaggio 5: attendere almeno 12 ore

Dopo aver ricoperto completamente l’interno del forno con la pasta di bicarbonato di sodio, lascialo riposare per almeno 12 ore.

Passaggio 6: affrontare le griglie del forno sporche

Il modo migliore per pulire le griglie del forno è immergerle in acqua calda per almeno due ore. (Usa questo tempo per la pulizia del piano cottura .) Aggiungi un quarto di tazza di sapone di Marsiglia se le griglie del forno sono molto sporche.

La vasca funziona alla grande per questo passaggio. Metti dei vecchi asciugamani sul fondo per evitare che lo sporco si trasferisca nella vasca. Una volta scaduto il tempo, il residuo dovrebbe venire via abbastanza facilmente con una spazzola. Risciacquo.



Passaggio 7: rimuovere la pasta di bicarbonato di sodio

Dopo 12 ore, utilizzare un panno umido per rimuovere la pasta di bicarbonato di sodio e i residui di forno dall’interno del forno. Potrebbe essere necessaria una spatola o un raschietto se l’olio di gomito non è sufficiente per trattare le aree ostinate.

Allentare delicatamente il residuo in modo da non graffiare la superficie. Evita le spugnette abrasive perché possono danneggiare il forno.

Passaggio 8: spruzzare l’aceto all’interno del forno

Versa l’aceto bianco in un flacone spray di plastica e spruzzalo su tutto l’interno del forno. L’aceto bianco è un ottimo detergente. Farà schiumare qualsiasi residuo di pasta di bicarbonato di sodio e allenterà eventuali pezzetti appiccicosi in eccesso.



Passaggio 9: pulire l’interno del vetro del forno

Un interno del forno pulito passerà inosservato se la porta di vetro è torbida di grasso. Per pulire il vetro, prepara un altro lotto di pasta di bicarbonato di sodio, spalmalo su tutta la finestra. Lascia riposare per circa 30 minuti.

Rimuovere la pasta con uno straccio umido o un tovagliolo di carta.

Passaggio 10: pulire le porte e le manopole del forno

Per la fase finale di pulizia del forno, pulire energicamente l’esterno della porta del forno. Usa un detergente per aceto naturale: mescola parti uguali di acqua e aceto bianco. Spruzzare su uno straccio e pulire l’esterno.

(Se lo spruzzi direttamente su manopole e pannelli, rischi di far entrare il detergente in un pannello di controllo, che potrebbe farlo cortocircuitare.) Lucida l’esterno del forno fino a quando le macchie e le strisce non scompaiono.

Utilizzare un panno in microfibra per pulire un forno in acciaio inossidabile.



Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *