Physical Address

304 North Cardinal St.
Dorchester Center, MA 02124

come pulire i vetri

Come pulire i vetri

Mantenere pulite le finestre non è un compito facile. Soprattutto se avete finestre con doppi vetri o se vivete in un ambiente polveroso. È necessario investire un po’ di tempo e impegno per mantenerle brillanti e ottenere la migliore vista possibile.

Se avete finestre con doppi vetri, è importante mantenerle pulite perché possono ricoprirsi di polvere, sporcizia e pollini provenienti dalle piante e dagli alberi fuori casa. Questi elementi sono visibili dall’interno, il che significa che la vista dall’interno sarà oscurata.

Inoltre, con i doppi vetri, aumenta il rischio di accumulo di umidità in eccesso sulla superficie delle finestre. Mantenendole pulite si riduce ulteriormente questo rischio e si migliora notevolmente il loro aspetto. Lo stesso vale per le finestre con vetri singoli: mantenerle pulite è essenziale per evitare l’accumulo di sporco e la penetrazione dei raggi UV attraverso il vetro.



Con il tempo, l’inquinamento e la sporcizia si accumulano lentamente ma inesorabilmente sulle finestre, sia all’interno che all’esterno, ostruendo la vista e bloccando la preziosa luce solare. L’unica cosa peggiore? Le spesse striature lasciate da una pulizia inadeguata.

Errore n. 1: scegliere una giornata di sole per pulire i vetri.

Se fate questo lavoro sotto il sole cocente, il detergente si asciugherà sui vetri caldi prima che possiate pulirli, lasciando striature difficili da rimuovere”, spiega Forte. Se il tempo non collabora, iniziate dal lato ombreggiato della casa.

Errore n. 2: spruzzare il detergente sopra lo sporco e la polvere.

Prima di iniziare, spazzate lo sporco dal telaio della finestra con una spazzola o aspiratelo con un aspirapolvere manuale o con l’accessorio per la polvere della macchina. In questo modo si evita che la sporcizia si trasformi in un pasticcio di fango quando viene mescolata al detergente.



Se la zanzariera sembra particolarmente sporca, tiratela fuori e lavatela con acqua calda e umida e una spazzola morbida, quindi sciacquatela e lasciatela asciugare prima di rimetterla a posto.

Per spolverare rapidamente tende e tapparelle, si consiglia di passare su entrambi i lati con uno spolverino in microfibra, oppure di aprire le lamelle e passare su ciascuna di esse un panno umido seguito da uno asciutto.

Errore n. 3: lesinare sul detergente per vetri.

Non lesinate sullo spray, soprattutto se i vetri sono molto sporchi. È necessario molto detergente per sciogliere e sospendere lo sporco in modo da poterlo eliminare completamente: se si lesina, si vedranno delle striature.



Se preferite il fai da te, provate a preparare questo detergente all’aceto fatto in casa:

Detergente per vetri fatto in casa

  • 2 tazze di acqua
  • 1/2 tazza di aceto bianco o di sidro
  • 1/4 di tazza di alcol per sfregamento al 70% di concentrazione

Unire gli ingredienti e versarli in un flacone spray. Se avete bambini o animali domestici, scrivete gli ingredienti all’esterno del flacone per sicurezza.

Se vivete in una zona con acqua dura, prendete in considerazione l’uso di acqua distillata per il vostro detergente per vetri. Inoltre, l’aceto contenuto in questo detergente fai-da-te aiuterà a eliminare le macchie più ostinate.



Errore n. 4: utilizzare un vecchio straccio di cotone per asciugare i vetri.

Alcuni preferiscono asciugare i vetri con i giornali, ma è meglio usare panni in microfibra riutilizzabili. Sono super assorbenti, lavabili e lasciano il vetro lucido e senza striature.

Provate i panni in microfibra per vetri di Casabella, che hanno una speciale struttura a nido d’ape per eliminare macchie d’acqua, macchie e sporco da specchi e vetri senza graffiarli.

Se preferite usare asciugamani di carta, scegliete una marca all’altezza del compito. I tovaglioli di carta deboli possono strapparsi e lasciare pelucchi.



Errore n. 5: pulire con un tergivetro.

I professionisti della pulizia dei vetri ci giurano, ma bisogna saperli usare correttamente. “Se si usa il tergivetro, dove va a finire l’acqua? Sul pavimento”.

A causa del potenziale disordine e del fattore di gocciolamento, evita di usare i tergivetri, soprattutto per i vetri piccoli, ma possono essere più utili per le finestre più grandi e panoramiche.

Errore n. 6: pulire tutte le finestre in un solo giorno.

E’ sufficiente pulire le finestre una o due volte all’anno, ma è ancora più facile se si divide il lavoro e lo si fa stanza per stanza. Quando pulite, passate un lato della finestra in orizzontale e l’altro in verticale.

Se si formano delle striature, è facile capire se si trovano all’esterno o all’interno.



Come pulire le finestre, passo dopo passo

Ora che conoscete gli errori più comuni da evitare, continuate a leggere la nostra guida passo passo sul modo migliore per pulire le finestre, sia all’interno che all’esterno, senza lasciare aloni.

  1. Iniziate a rimuovere la polvere dal telaio della finestra, dai binari e dal davanzale con un aspirapolvere, uno spolverino o un panno. Fate lo stesso con le tende o gli scuri. Se avete tende, è il momento giusto per rimuoverle e lavarle, seguendo le istruzioni per la manutenzione.
  2. Per pulire gli schermi, rimuoveteli e passate l’aspirapolvere o la spazzola per eliminare la polvere. Se pensate che abbiano bisogno di una pulizia più profonda, lavateli con una miscela calda e umida, quindi risciacquateli e lasciateli asciugare completamente.
  3. Spruzzate i vetri con un’abbondante quantità di detergente per vetri.
  4. Con un panno di carta o un panno in microfibra privo di pelucchi, strofinate i vetri dall’alto verso il basso. Se si notano delle striature, passare un altro panno fino a quando il vetro non è pulito.
  5. Mentre gli schermi si asciugano, pulite l’esterno delle finestre e dei telai con una spazzola morbida o un panno monouso per rimuovere lo sporco e la polvere.
  6. Ripetete i passaggi 3 e 4 sul vetro esterno delle finestre. Probabilmente dovrete usare un po’ più di olio di gomito (o solo qualche passata in più di spray e panno) per eliminare tutta la sporcizia dall’esterno. A seconda del design delle vostre finestre, potreste essere in grado di pulire entrambi i lati dall’interno dell’abitazione o, se avete finestre antitempesta rimovibili, toglierle completamente per la pulizia.
  7. Rimettete la zanzariera, appendete le tende e ammirate lo splendore delle finestre!



Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *